Raiffeisenfonds-Ertrag (R)

Relazione sulla gestione dei fondi

Gli operatori hanno mostrato un umore di base ottimistico anche a giugno, sostenuto dagli immensi stimoli fiscali e monetari e dall’aspettativa di un imminente fine della crisi del coronavirus, e brevemente interrotto in modo brusco solo a metà mese. Le azioni sono state posizionate più debolmente anche a giugno. Tuttavia questo posizionamento nettamente inferiore è stato meno marcato che non nei mesi precedenti. Nell’ambito dell’orientamento a breve e medio termine sono state viste più positivamente le obbligazioni in valuta forte dei mercati emergenti, quelle HighYield statunitensi e i titoli di stato spagnoli e italiani. Negli ultimi tempi, numerosi dati congiunturali hanno indicato una rapida ripresa dell’economia mondiale. Per contro, in alcune parti del mondo la pandemia non sembra ancora sotto controllo. C’è quindi da aspettarsi una volatilità di mercato ancora elevata. (23.06.2020)